“Il riposo del guerriero” del 16 giugno 2013

Un breve, brevissimo intervento. Un ricordo.

La mente va ad Amici miei, il film di Mario Monicelli del 1975; va alla supercazzola (o supercazzora, come, pare, prevedeva il copione scritto del film), alla Prematurata alla supercazzola del conte Mascetti.

Perché? Perché si tratta di un caso paradigmatico: tale fu il successo di quel film da irradiare una moda linguistica destinata a sopravvivergli anche negli anni successivi, quando il film si avviò a diventare di culto, come se fosse antani

Annunci