Linguistica generale e sociolinguistica a.a. 2017-2018 [Università di Roma Tor Vergata]

Programma e modalità di esame (link al sito di Lettere)

Fine lezioni modulo A: 10 novembre 2017; inizio modulo B (= Linguistica generale 2A): 13 novembre 2017

Esonero modulo A: mercoledì 6 dic 13-16 T29

Simulazione esonero modulo A: 27 novembre 16-18 T28

Il modulo B/ 2A oltre che in presenza si svolgerà su Google classroom. Questo che segue è il codice del corso rigilba che dovrete inserire nella pagina che vi si aprirà da questo link https://edu.google.com/…/prod…/productivity-tools/classroom/

a) I file audio delle lezioni 17-18 sono disponibili nella cartella Dropbox con credenziali

User: sociolinguistica.dragotto@gmail.com

PW: torvergata

b) Materiali impiegati nel corso delle lezioni e letture utili per comprendere meglio e approfondire gli argomenti trattati. La lista è aggiornata dopo ogni lezione, perciò occorre ricontrollarla per mantenersi al passo con gli argomenti trattati

D: Dove si trovano?

R: Nella pagina a cui rinvia questo link, all’interno del blocco denominato “Spunti di riflessione interdisciplinari, da usare per la e nella costruzione di percorsi per competenze: a distanza”. Quelli finora usati si trovano ai numeri:

  • 40 (Un altro ritmo)
  • 58 (L’area di Broca e la rappresentazione del linguaggio nel cervello)
  • 61 (Spot belga sulle conseguenze della diffusione dei propri dati attraverso i social network)
  • 11 (La laringe: sviluppo, struttura e funzionamento)
  • 63 (Oltre Dove)
  • 65 (Do you speak Micra? ITA)
  • 66 (Do you speak Micra? DEU)
  • 67 (Oltre l’occhio…: introduzione agli usi e agli scopi dell’eye tracking (ENG))

Inoltre, all’interno del blocco denominato “Cronache dal mondo”, potrebbe risultare utile e interessante la lettura dei numeri:

  • 6 (A 94 anni si sveglia dal coma: cinese ora parla solo inglese)
  • 29 (su pubblicità Dove)

Di seguito, invece, materiali per affrontare al meglio lo studio introduttivo della fonetica (nel testo di Yule al cap. 4; la fonologia al cap. 5)

IPA_specchietto.png

c) Concetti e autori trattati (il pallino indica che l’argomento è stato già trattato)

  • Linguaggio e cervello; il ruolo dell’area di Broca (cfr. cap. 13 del testo di Yule)
  • Il valore (monetario) delle parole (NSM cap. 4, “Sono solo parole?”)
  • La funzione dei tratti distintivi nella conoscenza del mondo (per quelli semantici cfr. cap. 10 di Yule; da un punto di vista cognitivo e interpretativo cfr. NSM cap. 1 p. 32 e segg.)
  • Saussure e la nascita dello Strutturalismo (cfr. testo o materiali sulla storia della linguistica moderna)
  • L’origine del linguaggio e lo storytelling (sempiterno) per spiegare il plurilinguismo (cfr. cap. 1 del testo di Yule)
  • Linguaggio verbale tra biologia e semiotica (cfr. cap. 1 di NSM; box di sintesi a p. 15)
  • Linguaggio, espressione e contenuto, segno (cfr. cap. 1 NSM)
  • Linguaggio, linguaggi, lingue (cfr. cap. 1 NSM)
  • Linguaggi animali e artificiali (cfr. cap. 1 NSM)
  • L’acquisizione della lingua: uno spaccato (cfr. cap. 14 di Yule)
  • Acquisizione e apprendimento della lingua a confronto (cfr. cap. 15 di Yule)
  • I presupposti della semiosi: l’associazione espressione-contenuto
  • La biplanarità del segno e le conseguenze della modificazione di uno dei suoi piani
  • Arbitrarietà (duplice) e convenzionalità del segno (cfr. cap. 1 del testo di Yule)
  • Il peso dell’interpretazione
  • Specificità del segno linguistico: natura fonica dell’espressione, discretezza, continuità
  • Ricorsività, doppia articolazione

Significato e senso.

La funzione referenziale del significato.

Denotazione e connotazione. Iperonimi e iponimi

  • Morfema, morfo, (classe di) allomorfi. Tipi di morfemi (lessicale, derivazionale e flessivo)
  • Fonema, fono, (classe di) allofoni. Varianti (allofoni) libere/individuali e combinatorie/contestuali
  • Il fono come fascio di tratti distintivi (articolatorio-acustici)
  • La coarticolazione e i suoi effetti

La segmentazione come metodo di analisi

  • L’apparato fonatorio e l’IPA.
  • Il ruolo della laringe nel processo articolatorio.
  • Spazio articolatorio e limiti articolatori dei foni.
  • Definizione del fono in funzione dei limiti articolatori e percettivi (NSM cap. 1, pp. 28-30)
  • I principi della trascrizione fonologica e fonetica. Prove di trascrizione fonologica e fonetica.
  • Descrizione articolatoria (definizione di luoghi, modi di articolazione e descrizione del meccanismo laringeo)
  • Trapezio vocalico, collocazione e descrizione dei foni vocalici che in italiano hanno anche valore distintivo e dei principali allofoni
  • Sistema consonantico: modi e luoghi articolatori
  • Dialetto e lingua. Il continuum (socio)linguistico. Italiano e italiani. Italiano popolare e italiano regionale. Lingua come insieme di idioletti
  • Lingua come sistema (modello; struttura) e lingua nell’uso (realizzazione concreta; atto linguistico)
  • La lingua e la sua architettura
  • Il diasistema e i fattori di variabilità (diatopia, diastratia, diamesia, diacronia, diafasia)

Bilinguismo e diglossia (e dilalia)

Bilinguismo individuale e bilinguismo sociale

Il repertorio linguistico individuale e quello della comunità

Lessico fondamentale e lessico di base

Socioletto, basiletto, mesoletto e acroletto: varietà alte, medie e basse del repertorio linguistico

  • Diacronia e sincronia
  • La struttura (linguistica e non)

Significato lessicale, frasale, pragmatico

Aspetti sensoriali e percettivi alla base del significato

Semantica e lessico

Lessico nativo e non (forestierismi: prestiti, calchi)

Stereotipi e cornici cognitive. Materiali usati a lezione

  • Sociolinguistica, processi di creazione lessicale, sociosemiotica e comunicazione pubblicitaria. Il caso dello spot di Nissan Micra 2003 (cfr. cap. 4 di NSM, in particolare pagg. 249 e segg.)
  • I nove “agenti” (file audio nella cartella materiali di Google classroom)
  • L’ochobo burger tra tradizione e voglia di normalità
Annunci